Ho incontrato la vita in un filo d’erba

ho incontrato la vita in un filo d'erba

Esce fuori dalla libreria di casa un libretto così vecchio che ha ancora stampato il prezzo in lire (6900 per l’esattezza).
“Ho incontrato la vita in un filo d’erba”, di Romano Battaglia, è un piccolo breviario per una vita felice, una raccolta di frasi da leggere un po’ al giorno, un altro libro da tenere in giro per casa alla faccia del disordine (una casa con tanti libri sparsi è una casa felice, mica disordinata!), un concreto aiuto di libroterapia da consultare al primo malessere, al sorgere di qualunque emozione non ben identificata, ma con evidenti tratti negativi.
Lo prendete, lo aprite a caso e se vi sentite scoraggiati da tanto lavoro e poco risultato, troverete scritto:
I miti, le leggende, i sogni, anche se molti non ci credono, appartengono alla realtà“, oppure
Il grano non t’insegna soltanto a lavorare per il pane quotidiano, ma soprattutto a credere“.
Ecco dunque che le vostre vite popolate di leggende e fate, d’improvviso hanno un senso compiuto, anche se tutto vi sembra irrisolto.
Vi capita di essere tristi e di trovare il vostro cammino preferito con i cancelli aperti, la passeggiata all’ombra di certe buone piante vi ristora e vi restituisce il significato di questo giorno di sole.
Oppure, aprite a caso il libro “Ho incontrato la vita in un filo d’erba” e trovate scritto:
Quando sei triste canta così: cammino con la bellezza davanti a me, cammino con la bellezza dentro di me e le mie parole sono bellissime“.

Certo, parlare di felicità alla mia insicura e addolorata città è difficile, adesso.
Eppure chi se ne è andato in modo così crudele ci ha insegnato, con le sue ultime parole in questa vita, che c’è una risposta a chi cerca il senso della vita: l’amore.

Se ti chiedono qual è la cosa più importante nella vita, tu rispondi prima, dopo, sempre: l’amore“.
Amare o avere amato. Non ci sono altre vie da scoprire nel cammino misterioso della vita“.

Infine, adesso, in questo scoramento notturno, esce dal libro una frase per me, solo per me:

Semina, semina: l’importante è seminare, poco, molto, tutto il grano della speranza. Ma semina anche il grano della fantasia, perché ogni chicco arricchirà un piccolo angolo sperduto della terra“.

Dunque, buon lavoro.
Buona Giornata della Felicità.