Rummer&Grapes, my therapy

Si nasce e si muore.
Funziona così.
Si muore troppo presto, si può nascere troppo tardi.
A volte le cose si combinano in modo che uno, morendo troppo presto, lasci una porta socchiusa per chi comunque doveva nascere.
Ne nasce una canzone, anche.
Si scrive, dunque, immaginando note melodiche, un po’ come My Princess Anna, che era la mia preferita.
Io non sono una rockettara spinta, io devo capire i testi, devo canticchiare, devo riflettere mentre ascolto, ma io fruisco passivamente la musica, io non ci capisco niente di note e arrangiamenti.
Si scrive, dunque, immaginando male.
Eppure, a sorpresa, January 12, è diventata la mia preferita.
Mica perché il testo è partito da qui (riveduto e corretto dalla cantante, che “sembra uscita da un film di Tim Burton. Con le corde vocali può fare ciò che vuole. Anche annodarle e tenere comunque un tono alto”).
Ma perché è piena e densa e dolce e posso andarci persino a correre insieme e mi da una gran carica, non solo la voce, ma anche tutto quel che di separato io, ignorante, non percepisco ma che insieme mi risulta perfetto (e può ben dirlo anche mio figlio che la balla tutto contento).
Ci si chiede, come posso io, che appunto di musica non ci capisco una nota, scrivere un post su un gruppo musicale, senza apparire io superba e senza danneggiare loro, che tentano con la fatica degli emergenti che ben conosco, di emergere?
Le emozioni sono la mia terapia, ecco la riposta.
È sempre difficile sentirli cantare live, per una come me alle prese con notti bianche di bimbi agitati.
Eppure le cose fatte con passione, sono la mia terapia, danno senso alle mie giornate, danno colore a questi giorni grigi di una primavera in ritardo.
Voi provate ad ascoltarli, poi dopo ditemi se non la percepite forte una passione e un’emozione e la voglia di stare insieme e il divertimento e la fatica e il sogno.
Grazie, dunque, Rummer & Grapes, per essere così delicatamente e prepotentemente my therapy.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *