Orgoglio e Pregiudizio

dal web

dal web

In “Orgoglio e Pregiudizio” Jane Austen usa il suo linguaggio ricercato ma semplice e comprensibile, un’eleganza d’altri tempi che è davvero una medicina per l’anima, leggerlo fa placare i tumulti, rilassa e fa sognare.
Questo romanzo, pubblicato nel 1813, narra le vicende della famiglia Bennet e di altri personaggi aristocratici che incontrano la vita dei Bennet: la dolcezza buona di Jane, la gioia semplice di Bingley, la profondità, all’inizio scambiata per altezzosità e superbia, di Darcy, la pienezza particolare di Elizabeth, la frivolezza di Mrs Bennet, l’ironia e i libri di Mr Bennet. Può sembrare una storia d’amore scontata ma senza dubbio è efficace per calmare certe tempeste interiori; le difficoltà quotidiane si prendono una pausa, noi con la lettura piombiamo direttamente nel bel mezzo della dichiarazione d’amore sotto la pioggia e ci facciamo catturare e esaltare da tutti gli altri momenti di emozione sparsi qua e là, quando Darcy incontra Wickham, quando Collins chiede la mano di Lizzy, persino quando Lydia è invitata dai Forrest, quando sono descritti giardini e parchi e boschetti, è tutto un circolo di emozioni, tutte diverse, tutte piene, anche se non tutte belle, ma tutte perfette.
Meraviglia.
E’ un libro che mi ha “stregato anima e corpo” ed è un raro caso di libro bello quanto il film, fa sognare, dimenticare, parla d’amore che vince quando si superano l’orgoglio e il pregiudizio.

Giuliana

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *