L’utilità della lettura

Leggere accresce il benessere psicologico, lo sapevate?

L’utilità della lettura, infatti,  non sta solo nel comprendere e far proprio il significato del libro, ma favorire l’identificazione dei personaggi con parti di sé non note, far emergere dinamiche psicologiche nascoste.
La consapevolezza di sentimenti fino ad allora inconsci aiuta anche l’elaborazione di quegli stessi sentimenti, aiuta la metabolizzazione, il superamento, l’accettazione, quindi il benessere.

La lettura serve a:
attenuare l’angoscia attraverso l’esperienza di altri (La fine è il mio inizio, Tiziano Terzani)
superare i nostri limiti, mettersi in discussione (Nuovi orizzonti, ispirazione, visioni, meraviglia)
– aumentare l’autostima, potenziare le proprie risorse (Autorealizzazione)
riflettere su se stessi (Introspezione)
– aumentare le proprie capacità di coping (Pazienza)
– incrementare le proprie capacità empatiche (Empatia).

Se volete saperne di più sulla libroterapia, leggete anche:
Libroterapia: il nuovo volto di My Therapy
Libroterapia, perché?
Libroterapia ovvero l’arte di curarsi con i libri
Libroterapia contro lo stress
Libroterapia contro la depressione
8 motivi per cui leggere fa bene

 

A presto, popolo di lettori!

Giuliana

Torna alla Home

l'utilità della lettura

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *