Leggere un capolavoro

A cosa serve leggere i classici?
Ce lo spiega molto bene Marcello Fois in Manuale di lettura creativa:
Quando si dice classico si parla di una storia che acquista valore nel tempo, travalica l’attuale e diventa presente. Un classico è un testo di cui si sente, nel tempo, la necessità“.
Se avvertite la necessità di LEGGERE UN CAPOLAVORO, anche per non soccombere alle debolezze della nostra umana condizione, ecco alcuni consigli terapeutici per voi.

centanni-di-solitudine

il-conte-di-montecristo

janeeyre

don chisciotte della mancha

cecità

madame bovary

il buio oltre la siepe

Furore

siddharta

orgoglio e pregiudizio