Insegnare la musica ai bambini sotto ai tre anni

La metodologia che si occupa dell’apprendimento musicale del bambino da 0 a 3 anni di Edwin Gordon, pone l’operatore musicale come “guida informale”. Al bambino non si chiede niente, né di fare determinati movimenti né di cantare, egli è libero di esprimersi come e quando vuole.
L’operatore canta delle brevi melodie e ritmi senza parole lasciando al bambino la possibilità di assimilare il pensiero musicale attraverso il silenzio. Dalla fase di assimilazione del pensiero musicale il bambino passa ad una fase di “imitazione”, quindi ripete ciò che l’operatore propone, ma sempre nel modo informale, secondo i tempi di ciascun bambino.
Se noi pensiamo che il bambino già verso il sesto mese di gravidanza sviluppa l’apparato uditivo e ascolta i “suoni” del corpo materno (il battito cardiaco, i movimenti intestinali, ecc.) e attraverso di esso i suoni del mondo esterno, non ci poniamo più il problema dell’età, anzi, prima si mette il bambino nella condizione di ascoltare, più sviluppato sarà il suo cervello.

(Monica De Rosa, Educatrice musicale)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *