Giornata della Fotografia

Il 19 agosto si festeggia in tutto il mondo la giornata della fotografia.

E’ vero che esiste la giornata mondiale di qualsiasi cosa, ma a me piace prendere spunto da questi festeggiamenti costruiti a tavolino per parlare di ciò che può rappresentare una terapia, di ciò che può portare consapevolezza e benessere a ciascuno.

Perché proprio oggi, 19 agosto, festeggiamo la fotografia e la Foto Terapia?

Il 19 agosto si celebra la nascita del dagherrotipo, il primo procedimento di sviluppo scoperto dai francesi Joseph Nicèphore Nièpce e Louis Daguerre nel 1837.

Nel 2010 un fotografo australiano, Korske Ara, ha lanciato l’idea di festeggiare la Giornata e ha creato un sito, www.worldphotoday.com, che è una sorta di archivio di immagini e memoria a cui ognuno può contribuire postando le proprie foto.

Considero la fotografia terapeutica, sia come immagine che come gesto, e condivido le parole di Korske Ara:

La fotografia è ovunque e in ogni momento, eppure spesso non riusciamo a capire la portata e la potenza delle immagini che scattiamo ogni giorno.
La fotografia è un’invenzione che ha cambiato radicalmente il modo in cui vediamo quello che ci circonda: possiamo visitare posti lontani senza muoverci, condividere e (ri)vivere emozioni e momenti importanti anche a distanza. Prima tutto questo non era possibile.

A me personalmente piace molto fotografare, ma non sono capace, in compenso ho collaborato con due fotografi per dei progetti, uno dei quali è sparso per My Therapy ma andrà ricomposto, dell’altro, in cerca di sponsor, vi parlo nel link che segue:

L’anima mia, viaggio in quattro stagioni nei volti dei visitatori della Cascata delle Marmore.

Buone Foto!

Giuliana

giornata della fotografia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *