La grande bellezza. Film terapia

lagrandebellezza
Sdraiata a letto con lo sdoppiatore di cuffie attaccato all’I-pad.
Il silenzio tipico della notte accompagna me e mio marito nella visione di un film che scelgo io.
Niente spari o ammmericanate o galassie atomiche.
La grande bellezza.
A dirvela tutta ho perso qualche pezzo, morta di sonno come sono.
A dirla tutta è uno di quei film di cui non saprei raccontare la trama, poco lineare, piena di salti di tempo e luoghi, discontinua e disseminata di svenimenti, qualche morto e donne nude.
Eppure ha saputo toccare qualche corda profonda, sepolta.

Ho cercato tutta la vita la grande bellezza e non sono riuscito a trovarla“.

Mi sembra di aver sentito parlare la mia anima perennemente insoddisfatta, che pure sa bene dove si nasconda la Bellezza e la Perfezione.
Nelle radici, nel sentimento, nella memoria.

Resto con una certezza incrollabile, per quanto la decadenza ci minacci nell’animo e nei luoghi di vita, Roma resta di una bellezza “da infarto”.
Resto con un unico, grande inconsolabile rimpianto.
Jep non esiste, non è reale, è solo un meraviglioso personaggio, pieno di fascino e indimenticabile bellezza.

Sono un gentiluomo: è l’unica certezza che ho” (Jep Gambardella)

My Therapy Official Page

Un pensiero su “La grande bellezza. Film terapia

  1. Ho visto “La grande bellezza” qualche settimana fa, al cineforum organizzato dall’associazione di volontariato, di cui faccio parte. Io non sono certo una critica cinematografica (me ne guardo bene!), però, come dici tu, non è facile descrivere la trama di questo film, se non confrontandolo con “La dolce vita” di Fellini. Tutti e due parlano di una società un po’ dissoluta e avulsa dalla realtà che circonda noi poveri mortali.
    Come dicevo non so se il film meritasse o meno l’Oscar che ha vinto questa notte, ma sicuramente lo merita la fotografia.
    Roma di per sè è un set a cielo aperto e le immagini che vengono mostrate nel film sono qualcosa che dimostrano la sua “grande bellezza”.
    Domani sera lo danno in tv.
    Voglio rivederlo, credo sia un film che va visto almeno un paio di volte, per capirlo meglio…ma soprattutto lo voglio rivedere per gustarmi quelle immagini di Roma, la città eterna, quelle immagini di una città che porto nel cuore.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *