2 dicembre

Oggi, 2 dicembre 2016, il consiglio terapeutico ce lo dà Simona Bergamini, che io ho conosciuta tramite le sue parole scritte in E’ solo una questione di tempo, consigliatomi da un amico.

E’ vero che non la conosco personalmente ma, tra psicologia, colori, curiosità, sacralità delle parole, capacità di meravigliarsi, ho subito capito che mi potevo fidare.

Per saperne di più sulla persona (scrittrice, pittrice, psicologa, assessore!) che oggi ci consiglia il libro, cliccate su questo link: Simona Bergamini.

Il libro che ci consiglia è:

La forza della vita, Will Eisner

“Consigliare un libro… un libro terapeutico.
Deliziosa richiesta che non mi son fatta scappare, per il solo fatto che mi ha incuriosito cosa io stessa avrei risposto e proposto.
L’istinto è andato immediatamente verso quelle narrazioni che sono state per me una scoperta e che avrei voluto creare.
“La forza della vita”, oggi non potrei trovare titolo migliore da proporre.
Il protagonista, un essere umano nel senso tondo del termine, in una delle prime pagine si chiede: “…altrimenti che differenza c’è tra un uomo e uno scarafaggio?”.
Con una grafica piacevole ed eloquente nel tratto e in ogni singolo particolare scelto od omesso, Will Eisner mette in parallelo la sopravvivenza di fronte a una vita dura e spesso astiosa di un insetto, solitamente neanche tanto amato, con quella del protagonista.
Nascita, maturazione e morte, ci si difende di fronte a un vivere difficile, ma l’essere umano delle domande se le pone.
Se le deve porre.
Il libro è ambientato in un’America degli anni ’30 che vive un’enorme crisi economica, il crollo della borsa e un appesantimento del contesto sociale dato da un’inverosimile flusso di persone che proprio in quel periodo migra nel nuovo continente alla ricerca di qualcosa di migliore. Il sopravvivere deve quindi essere visto in modo diverso da quello dello scarafaggio.
Ci deve per forza essere una prospettiva diversa nella quale rifugiarsi. Ed è così. L’uomo può avere un SOGNO da realizzare e in funzione di un suo progetto può VIVERE.
Riflettere, ricavandosi una parentesi che lascia spaziare la fantasia tra le parole e la grafica di questo racconto, lo trovo un piacevole momento per ritornare ognuno alle proprie fondamentali, piccole riflessioni.
Oggi consiglio per questo motivo “La forza della vita”, domani, forse consiglierei qualcosa di diverso… chissà.”
Simona

Per tornare all’Avvento dei miei bimbi, oggi troveranno un paio di cioccolatini e  un’altra parola da mettere a fianco a quella di ieri:

vita.

La storia che leggerò loro è La ricetta dei sogni, tratto da Lettera a mio figlio sulla felicità, di Sergio Bambaren.

A domani, con il consiglio letterario di Francesca Eva De Santis!

Giuliana

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *